domenica 31 agosto 2014

opera di Gregory Crewsdon


È finita perché l’altra persona vuole che sentiate il bisogno di stare con lei; con lei perché è lei, e non perché avete paura di rimanere soli.
Nathan Englander - Di cosa parliamo quando parliamo di Anna Frank - pag.127

opera di Alexander Bordereau

Da giovani si fanno quelle cose che indignano i genitori, monsieur, ed è un gran bel momento.
Rudyard Kipling - Loro - pag. 177 
foto di Walter Astrada


I muri di questo villaggio non avrebbero gridato nelle orecchie di chi fosse venuto ad abitare qui? Tutte queste immagini, le grida lanciate e quelle trattenute, l’ingenuità spaventata del gregge costernato, la resa dei deboli e il loro eroismo – l’eroismo dei deboli che non sanno cosa fare e non possono fare nulla, deboli e muti: tutto questo non avrebbe riempito l’aria di ombre, di suoni, di sguardi?
[...] E quel bambino andava in esilio portando con sé il ruggito di un torto ricevuto, ed era impossibile che non ci fosse al mondo nessuno disposto a raccogliere un urlo talmente grande.
S. Yizhar - La rabbia del vento - pag.82 

domenica 20 luglio 2014

foto di Carlo Murgia

opera di Bansky

Noi siamo degli eredi,
il che non vuol dire che noi abbiamo
o che riceviamo questo o quello,
che una tale eredità ci arricchisca
un giorno di questo o quello, 
ma che l’essere di ciò che siamo
è innanzitutto eredità,
che lo vogliamo e lo sappiamo oppure no.  
Walter Benjamin

venerdì 18 luglio 2014

Opere di Bansky


“Siamo tutti delle stanze” dico io, “e finché uno è una stanza è prigioniero. 
Ma c'è una strada per uscire, e non passa da una porta, perché non c'è nessuna porta, 
è già aperto, bisogna semplicemente trovare l'apertura.”
Peter Hoeg - I figli dei guardiani di elefanti - pag.403 

martedì 10 giugno 2014



Foto di Phil Moore

Ci sono due persone che non fanno domande: 
quelle che sono troppo stupide 
e quelle che non ne hanno bisogno.

Cormac McCarthy - Non è un paese per vecchi - pag.242
foto di Dima Sarnikov


Voler sapere è una cosa stupida.                                                                                      
Specie se è il dubbio che ci tiene vivi.

Davide Longo - i mangiatori di pietre - pag.133